STEAM PEOPLE:
teorie, pratiche e strumenti
per diventare un insegnante STEAM

CORSO IN PRESENZA PER INSEGNANTI
in collaborazione con il Museo del Balì
Piattaforma S.O.F.I.A. – Iniziativa Formativa ID. 73672

IL CORSO
Il corso intende presentare che cos’è STEAM, i suoi ingredienti principali e gli strumenti teorici e pratici necessari per progettare e realizzare opportunità di apprendimento innovative e stimolanti all’interno delle normali attività didattiche e nelle programmazioni curricolari, in un ambiente di formazione aperto e coinvolgente a stretto contatto con artisti ed esperti STEM.

Il corso si svolgerà interamente in presenza nella splendida cornice del Museo del Balì di Colli al Metauro (PU) e durerà tre giorni.
Il programma prevede tre sedute plenarie, tre percorsi laboratoriali altamente interattivi di approfondimento e due attività collaterali di arte e scienza.
A corredo delle attività principali, sono previsti momenti e spazi informali dove condividere idee, riflessioni, proposte e azioni.

Tutte le attività proposte si basano su standard di insegnamento e apprendimento dinamici e su percorsi interdisciplinari e transdisciplinari, che privilegiano un approccio costruttivo e collaborativo al sapere e incoraggiano l’esplorazione, la sperimentazione, l’interazione e la creatività.
Ogni partecipante riceverà una STEAM Bag con materiali e link utili.

I corsi si svolgeranno secondo il seguente calendario:
1 – 2 – 3 settembre: insegnanti scuola primaria – (ID. 108020)
5 – 6 – 7 settembre: insegnanti scuola secondaria di primo grado – (ID. 108021)
8 – 9 – 10 settembre: insegnanti scuola secondaria di secondo grado – (ID. 108022)

DURATA
3 giorni (totale 25 ore) per ciascun corso

I corsi si svolgeranno secondo i seguenti orari:
Giorno 1
ore 8.00 accoglienza – ore 9.00/13.00 formazione – pausa pranzo
ore 15.00/18.00 formazione
ore 18.00/19.15 Extra Time

Giorno 2
ore 9.00/13.00 formazione – pausa pranzo
ore 15.00/18.00 formazione
ore 18.00/19.15 Extra Time

Giorno 3
ore 9.00/12.00 formazione – ore 12.15 saluti

ISCRITIVI SU sofia.istruzione.it o, se non vuoi utilizzare la carta del Docente, via Form (vedi Note)

CARTA DEL DOCENTE
Sì, ma se non puoi utlizzarla puoi pagare anche via bonifico (vedi Note)

COSTO A CARICO DEI DESTINATARI
–  245 euro se l’iscrizione sarà effettuata entro il 10 luglio 2022
–  260 euro se l’iscrizione sarà effettuata dopo il 10 luglio 2022
(vedi nelle note cosa comprende)

AMBITI A CUI AFFERISCE IL CORSO
– Orientamento e dispersione scolastica
– Bisogni individuali e sociali dello studente
– Inclusione scolastica e sociale
– Sviluppo della cultura digitale ed educazione ai media
– Didattica singole discipline previste dagli ordinamenti

OBIETTIVI
– Connettere docenti, artisti, esperti educativi e ricercatori provenienti da diverse discipline per sviluppare laboratori inter e transdisciplinari STEAM
– Utilizzare mezzi artistici come strumenti per creare autentiche connessioni con la conoscenza, le competenze e i processi di almeno un’altra area disciplinare
– Imparare a programmare interdisciplinarmente riconoscendo la stessa dignità alle discipline
– Favorire un approccio collaborativo tra docenti
– Coinvolgere l’apprendimento emotivo ed esperienziale come chiave per una più profonda comprensione dei contenuti, dei processi e delle caratteristiche proprie delle discipline STEAM
– Sperimentare l’utilizzo di attività hands-on, del gioco e del corpo come strumenti di apprendimento efficace all’interno dell’insegnamento
– Stimolare la creatività, il pensiero critico e il pensiero laterale
– Sperimentare in prima persona strategie educative basate sul progetto e sull’indagine
– Promuovere una visione olistica sia dell’insegnamento che dell’apprendimento
– Incoraggiare lo scambio di competenze
– Sviluppare una rete interconnessa di docenti STEAM

MAPPATURA DELLE COMPETENZE
Alla fine del corso, l’insegnante può

– Rivedere il proprio curricolo disciplinare alla luce di una possibile integrazione arte e STEM
– Progettare e realizzare collaborativamente un’attività STEAM
– Creare nuovi punti di accesso al sapere
– Contribuire alla creazione di relazioni efficaci
– Creare ambienti di apprendimento condivisi tra studenti e insegnanti
– Identificare risorse, materiali e strumenti utili
– Utilizzare un approccio transdisciplinare
– Applicare le innovazioni della ricerca educativa e tecnologica
– Gestire situazioni di problem solving complesso
– Comprendere l’importanza dell’errore nel processo di apprendimento

PROGRAMMA

SCUOLA PRIMARIA (1-3 SETTEMBRE 2022)

PLENARIE

– STEAM PEOPLE: introduzione e linee guida per il corso – Capozucca A. (Università di Camerino, IIS Da Vinci di Civitanova Marche, Labilia)
– TOOLS DIDATTICI IN STEAM – Fenyvesi K. (Università di Jyvaskyla, Finlandia, Experience Workshop)
– LA MATEMATICA DELLA FANTASIA (COME RACCONTARE LA MATEMATICA) – Gouthier D. (SISSA Trieste, Scienza Express)

LABORATORI

PLAYFUL HANDS-ON LEARNING – Fenyvesi K. – Capozucca A.
– MATEMATICA, DANZA E GIOCO – Di Sante V. (DanzArte, coreografa)
– CODING, DISPOSITIVI INDOSSABILI E ARTI DIGITALI – Totaro G. (STEAM Atelier)

EXTRA TIME

– LA SCIENZA DELLA FANTASIA – Vantaggi M. (Labilia, designer), Gigì G. (pittrice), Capozucca A. (moderatore)
– L’ARTE DI CREARE UN MUSEO SCIENTIFICO – Visita guidata e dialogata del Museo del Balì in compagnia di un animatore scientifico.

_

_

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (5-7 SETTEMBRE 2022)

PLENARIE

– STEAM PEOPLE: introduzione e linee guida per il corso – Capozucca A. (Università di Camerino, IIS Da Vinci di Civitanova Marche, Labilia)
– TOOLS DIDATTICI IN STEAM – Fenyvesi K. (Università di Jyvaskyla, Finlandia, Experience Workshop)
– COMUNICAZIONE E TEATRO IN CLASSE – Castellucci A. (Macrò Maudit Teater), Schiavone R. (Labilia)

LABORATORI

– STEAM AND EDUCATIONAL TOOLS – Fenyvesi K.
– LA MATEMATICA DELLA FANTASIA (COME RACCONTARE LA MATEMATICA) – Gouthier D. (SISSA Trieste, Scienza Express)
– ROBOTICA E ARTE – Talent

EXTRA TIME

– PLAY! – Fermani M. (Musicista e musicoterapeuta)
– L’ARTE DI CREARE UN MUSEO SCIENTIFICO – Visita guidata e dialogata del Museo del Balì in compagnia di un animatore scientifico

_

_

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO (8-10 SETTEMBRE 2022)

PLENARIE

– STEAM PEOPLE: introduzione e linee guida per il corso – Capozucca A. (Università di Camerino, IIS Da Vinci di Civitanova Marche, Labilia)
– COMUNICARE E INSEGNARE: DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA – Schiavone R. (Labilia, esperto di comunicazione e neuroscienza)
– PASSEGGIATE MATEMATICHE COME STRUMENTO DIDATTICO – Benvenuti S. (Università di Bologna, European Mathematical Society)

LABORATORI

–  TEATRO E SCIENZA IN CLASSE – Castellucci A. (Macrò Maudit Teater)
FISICA E ARTE IN LABORATORIO – Gentili F. (Liceo Galilei di Macerata, Labilia)
– ROBOTICA E ARTE – Talent

EXTRA TIME

– LETTERATURA, ARTE E MUSICA – Pugno M. (Labilia, chitarrista e compositore)
– L’ARTE DI CREARE UN MUSEO SCIENTIFICO – Visita guidata e dialogata del Museo del Balì in compagnia di un animatore scientifico

EXTRA/EXTRA TIME

Il corso terminerà alle ore 13 di sabato 10 settembre. Tuttavia, nel pomeriggio dello stesso giorno, con inizio alle ore 15, è prevista una passeggiata matematica per le vie di Urbino, guidati dalla prof.ssa Silvia Benvenuti. L’attività è gratuita, ma va prenotata nei giorni del corso.

.

SCARICA LA BROCHURE DEL CORSO CON TUTTE LE INFO

NOTE RIGUARDO AI CORSI

QUOTE DI ISCRIZIONE E COSA COMPRENDE IL CORSO

L’iscrizione individuale al singolo corso ha un costo di:
–  245 euro se l’iscrizione sarà effettuata entro il 10 luglio 2022
–  260 euro se l’iscrizione sarà effettuata dopo il 10 luglio 2022

L’iscrizione ai corsi può essere pagata utilizzando la “carta del docente” oppure via bonifico (per chi non avesse la Carta o l’avesse esaurita).
Ecco i passaggi che le permetteranno di poter usufruire del BUONO CARTA DEL DOCENTE:

– collegarsi al link https://cartadeldocente.istruzione.it/
– inserire nome utente e password o entrare con credenziali SPID;
– cliccare su “CREA BUONO” e scegliere i seguenti campi:
      – Ente Fisico;
      – Formazione aggiornamento;
.        – CORSI AGGIORNAMENTO ENTI ACCREDITATI/QUALIFICATI AI SENSI DELLA DIRETTIVA 170/2016;
– cliccare su “CREA BUONO”;
– scaricare PDF;
– caricare la copia del Buono carta del docente nella piattaforma S.O.F.I.A. per proseguire con l’iscrizione.

Se hai esaurito il bonus docenti o non ne puoi usufruire, è possibile iscriversi su questo form e pagare tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate bancarie:
INTESTAZIONE: Fondazione “Villa del Balì”
BANCA : CREDIT AGRICOLE
FILIALE: AGENZIA DI CALCINELLI
IBAN: IT15Z0623009362000015149051
Causale: “Nome Cognome, corso di formazione STEAM per docenti”.

La quota d’iscrizione comprende:
1 –  La partecipazione alle attività previste dal programma di formazione presso il Museo del Balì, a Colli al Metauro (PU);
2 – La possibilità di accedere gratuitamente agli eventi “Extra Time”, che si svolgeranno nei pomeriggi al termine delle attività di formazione:
      – Giorno 1 – incontro con artisti e scienziati che si occupano di STEAM e Arts Integration;
.        – Giorno 2 – visita guidata al Museo del Balì e dialogo sulle tecniche di comunicazione scientifica usate dagli animatori scientifici;
3 –  L’attestato di partecipazione al corso “Steam People 2022”;
4 –  La STEAM Box con idee, materiali e schede STEAM da utilizzare in classe;
5 –  L’accesso a contenuti dedicati post-corso;
6 –  L’acquisto a prezzi scontato di tools didattici, libri e altro materiale presente in loco.


ISCRIZIONE
Ogni partecipante deve compilare il proprio Form di iscrizione e l’iscrizione sarà confermata solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti alla data del 15 luglio.

Solo dopo aver ricevuto via mail la nostra conferma, la vostra iscrizione sarà definitiva e potrete procedere al pagamento e all’invio del buono d’ordine all’indirizzo amministrazione@museodelbali.it, indicando nell’oggetto “Corso di formazione STEAM per docenti”. Il buono verrà validato SOLO al raggiungimento del numero minimo di iscritti per permettere l’attivazione del corso.

Il numero massimo di partecipanti previsti per ogni corso è 75. Questo permetterà a ogni partecipante di lavorare a stretto contatto con i docenti formatori e gli altri insegnanti, favorendo un’esperienza più coinvolgente e personalizzata.

ALLOGGIO
L’alloggio è autonomo.
Abbiamo comunque predisposto una convenzione con il TAG Hotel (4 stelle), situato vicino all’uscita autostradale di Fano e distante appena 10 minuti in auto sia dal Museo del Balì che dal centro di Fano.
Il costo in convenzione è di euro 69,00 a persona a notte in camera singola Business, euro 75,00 a persona a notte in camera Matrimoniale Business ad uso singola e euro 85 a camera a notte per la camera doppia (2 px).
La prenotazione può essere fatta contattando telefonicamente o via mail direttamente l’Hotel, citando la convenzione Labilia/Museo del Balì.
L’hotel manterrà bloccato il prezzo convenzionato entro e non oltre il 30 luglio, data oltre la quale la tariffa sarà quella di libero mercato.
Per chi ne avesse necessità, è anche possibile prenotare la cena in Hotel.

Ecco i recapiti dell’Hotel TAG: https://www.taghotelfano.com/   Via Einaudi 2/a, 61032 Fano (PU)
Tel.0721855625 – 07211835696 – 3356231430 – Fax:0721803527
Email: direzione@taghotelfano.com prenotazioni@taghotelfano.com amministrazione@taghotelfano.com

Naturalmente non esiste alcun vincolo sull’utilizzo della struttura convenzionata. Ogni partecipante può cercare in autonomia altri alloggi in zona.

PASTI
I pranzi possono essere fatti in autonomia, anche all’interno o all’esterno della struttura del Museo, o prenotati, nel qual caso saranno gestiti direttamente dal servizio catering del Museo.
Il costo del pranzo è di 15 euro e comprende un primo, un secondo e un contorno, bevanda esclusa.
Si potranno prenotare tramite la mail che vi arriverà con la conferma del corso e potranno essere pagati direttamente in loco.

Note sui pranzi: vorremmo che la convivialità fosse parte integrante del corso, per permettere nuove relazioni e scambi di opinioni tra i partecipanti, per cui auspichiamo di avervi comunque in loco. Il museo è in un luogo appartato, con molto parco intorno e il paese più vicino non è raggiungibile a piedi: per cercare ristoranti bisogna muoversi con l’auto.

Per la cena:
l’organizzazione è autonoma. A qualche km dall’hotel in convenzione c’è la città di Fano, ricca di ristoranti e trattorie oppure chi pernotta all’Hotel Tag può richiedere la cena in hotel, anche con convenzione di euro 25 che comprende cena di 2 portate, dal loro, bevande incluse (1/2 min e ¼ vino).

Nota finale: l’Organizzazione si riserva di cambiare alcuni docenti e/o artisti previsti nel programma del corso o modificare orari e/o attività per cause di forza maggiore, come malattie, positività al Covid19, etc.

SCARICA LA BROCHURE DEL CORSO CON TUTTE LE INFO

I DOCENTI DEL CORSO

ANDREA CAPOZUCCA, Direttore Scientifico del corso di Formazione:

PhD in Scienza della Complessità e laurea in Matematica, è attualmente docente di Matematica e Fisica presso l’I.I.S. “Leonardo da Vinci” di Civitanova Marche e insegna “Tecniche della comunicazione della Scienza” presso l’Università di Camerino.

Lavora da oltre quindici anni nel campo del science outreach e del public engagement with science, mathematics and technology ed è stato relatore a numerosi convegni, Science Fair, festival scientifici nazionali ed internazionali. Ha ideato e organizzato eventi come “Matematica sotto l’ombrellone”, “Matematica Informale: aperitivi con la scienza”, “Math&Co: la matematica tra arte e gioco”, “VereMath Street: la scienza in strada”, “Scienza in Contrada” e “Scienza in Vacanza”.

Dal 2017, è Direttore Scientifico di FermHamente (www.fermhamente.it), Festival della Scienza di Fermo (FM), e responsabile scientifico di Labilia (www.labilia.it). Dal 2018, è referente italiano dell’Experience Workshop Global STEAM Network, membro dell’International Coalition of STEAM Educators, coordinata da Chris Brownell della Fresno Pacific University, e membro del Consiglio Scientifico di “Matematita”, centro interuniversitario di ricerca per la comunicazione e l’apprendimento informale della matematica.

È coautore del libro “Il tranello e la soluzione matematica” (Giaconi Editore, 2016) e autore del libro “Comunicare la matematica” (Egea, 2018) all’interno della collana Alice & Bob. Attualmente collabora con Mondadori come curatore della rubrica STEAM all’interno di Focus Scuola (www.focus-scuola.it), con la Bridges Organization (www.bridgesmathart.org) all’interno del comitato di valutazione, con Josway (www.josway.it) come curatore della sezione “Arte&Scienza”, con Nuova Lettera Matematica come membro della redazione ed è formatore STEAM per docenti di ogni ordine e grado.

E’ direttore scientifico del progetto Steam People di Labilia.

SILVIA BENVENUTI

È Professore Associato di Matematiche Complementari presso l’Università di Bologna. È una matematica esperta di geometrie non euclidee e divulgatrice scientifica e dal 2006, quando ha conseguito il titolo di Master in Comunicazione della scienza della SISSA di Trieste, si occupa di comunicazione della matematica.

È membro del comitato scientifico di Matematita, Centro Interuniversitario di Ricerca per la Comunicazione e l’Apprendimento Informale della Matematica e membro del comitato Raising Public Awareness della European Mathematical Society – di cui è anche vicepresidente.
È membro del Comitato comunicazione dell’Unione Matematica Italiana, del comitato scientifico del “Bollettino UMI – La matematica nella cultura e nella società” e di quello della rivista “Archimede”.

Collabora e ha partecipato molte volte alle trasmissioni televisive Geo&Geo, Geo Magazine, Geo Scienza (Rai 3), Rai Scuola.

È autrice di un libro sulle geometrie non euclidee (2008), di Insalate di matematica 3, Sette variazioni su arte, design e architettura (2010), di Insalate di matematica. Degustazioni guidate per stimolare l’appetito numerico, con Robert Ghattas e Paolo Gangemi (2016), e di diversi articoli di comunicazione scientifica per le riviste “Linx Magazine”, “XLaTangente”, “Mate”, “Maddmaths!”, “Prisma”. Per EDT ha pubblicato il suo libro In viaggio con i numeri. 12 passeggiate per mateturisti curiosi (Piccola Biblioteca di Ulisse, settembre 2020).

ALESSANDRO CASTELLUCCI

Nasce nel 1968 a Milano, dove studia recitazione, dizione, doppiaggio e mimo con, tra gli altri, Claudio Orlandini, Mamadou Dioume, Claudio Morganti, Valter Malosti, Claudio Intropido.

All’età di 24 anni intraprende la carriera d’attore diventando membro della compagnia ‘Quelli di Grock’ di Milano, nella quale recita in tournée europee e americane. Parallelamente si dedica al doppiaggio e alla docenza di recitazione in diverse scuole di teatro.
Collabora con Massimo Sgorbani, Leo Muscato, Paolo Rossi, Sergio Ferrentino, Marco Baliani, tra gli altri.
Fonda nel 1996 con Alessandro Betti il duo cabarettistico ‘I Ragni’ (Tournée Zelig Cabaret; premio Speciale della Giuria ‘Concorso Nazionale Ugo Tognazzi’, Cremona, dicembre 1998).

Dal 2000 è docente di Tecniche di comunicazione presso la Scuola di direzione aziendale dell’Università Bocconi. Giornalista pubblicista, speaker, radiocronista sportivo per Radio 24 (Olimpiadi Sydney 2000, GP Formula 1 2000-2004).

Nel 2003 è uno dei fondatori della compagnia ‘Macrò Maudit Spectacules’.
Oltre a coordinare i laboratori di teatro della Scuola di Macrò Maudit, realizza percorsi teatrali con i detenuti del carcere di Bollate e San Vittore. Oggi dirige la compagnia, all’interno della quale opera come attore, regista e autore.

Interpreta ruoli in numerose produzioni teatrali in Italia e all’estero, per la regia, tra gli altri, di Claudio Intropido, Antonio Zanoletti, Maurizio Lischetti, Fulvio Ianneo, Corrado d’Elia, Giulio Baraldi, Alberto Oliva.

VALENTINA DI SANTE

Coreografa, danzatrice e insegnante, inizia gli studi di danza classica col metodo R.A.D. (Royal Academy of Dance) all’età di 6 anni, conseguendone i relativi diplomi di III, IV e V grado, per poi diplomarsi in “Maturità d’Arte Applicata”in Immagine Elettronica (indirizzo cinematografico-televisivo.

Dopo aver frequentato la facoltà di Lettere, indirizzo Archeologia e Storia dell’Arte all’Università Roma Tre di Roma, studia presso la “Fondazione Regionale Arte nella Danza” di Ancona, ottenendo poi la qualifica professionale in “Operatore Artistico Danza” II Livello, riconosciuta dal Ministero del Lavoro, rilasciata dalla Provincia di Ancona sotto il patrocinio della Regione Marche.

Nel 2006, previo esame di ammissione presieduto da Anna Maria Prina (direttrice Scuola di Ballo del Teatro alla Scala) viene ammessa al Corso di Formazione Insegnanti indetto dalla A.I.D.A. (Associazione Insegnanti Danza Accademica – Diplomati alla Scala di Milano), tenuto dai docenti della medesima scuola. Frequenta diversi corsi di formazione (Accademia Vaganova di San Pietroburgo, Accademia del Teatro alla Scala diretta da Frederic Olivieri, Dutch National Ballet Academy di Amsterdam diretta da Jean-Yves Esquerre).

Tra i maestri che hanno contribuito alla sua formazione:
Oleg Sokolof (Teatro Kirov), Anton Kalinv (Opera di Sofia), Radu Ciucà (Opera Rumena), Odoardo Maria Bordoni (Acc. Naz. Di Danza Teatro Marijnky e Acc. Vaganova S.Pietroburgo),Amelia Colombini (docente Teatro alla Scala) Letizia Fabbrucci (docente Teatro alla Scala) Patrizia Campassi (docente Teatro alla Scala) Antonella Stroppa (docente Teatro alla Scala) Simona Lisi, Marco Realino, Giudo Marni (Teatro alla Scala e Teatro Bolshoi), Marco Marchetti, Valeriano Longoni, Marco Garofano, Kris, Andrea Verzicco, Massimo Calmieri, Manuel Frattini, Gianfranco Vergoni, Roberto Lori.

KRISTOF FENYVESI

È ricercatore di STEAM, Apprendimento trans e multidisciplinare e Studi culturali contemporanei in Finlandia, presso l’Istituto finlandese per la ricerca educativa, Università di Jyväskylä (https:/ /ktl.jyu.fi/en). Membro del gruppo di ricerca per gli ambienti di apprendimento innovativi e del gruppo di ricerca per l’istruzione, la valutazione e l’apprendimento.

È il coordinatore dei programmi di sensibilizzazione della più grande comunità mondiale di matematica, arti e istruzione, la Bridges Organization (www.bridgesmathart.org). Dal 2011 dirige il Workshop Paper della conferenza annuale Bridges e coordina Bridges Public Day (www.familyday.hu). Dal 2014 è membro a pieno titolo dell’Accademia europea delle scienze e delle arti. Dal 2016 è membro del Committee for Raising Public Awareness della European Mathematical Society. Tra il 2013 e il 2017 è stato amministratore delegato dell’International Symmetry Association (www.symmetry.hu) e nel 2008 ha avviato Experience Workshop—Global STEAM Network (www.experienceworkshop.org).

È stato invitato dalla Commissione Europea come esperto STEAM per la valutazione di vari progetti H2020 ed Erasmus+.

Le sue principali aree di ricerca sono la matematica e le connessioni artistiche nell’apprendimento; educazione allo Steam; approcci basati sull’indagine, sulla cooperazione, ludici e orientati all’esperienza nell’insegnamento della matematica; problem solving in matematica, scienze e educazione artistica; collegare attività pratiche e modellazione digitale in matematica, scienze, arte e educazione al design; connessioni tra scienza e arte nell’apprendimento; apprendimento e co-insegnamento basato sui fenomeni, multi e transdisciplinari; gestione interdisciplinare, interdisciplinare, multi e transdisciplinare e leadership transcurricolare nell’istruzione; estetica e filosofia interdisciplinare.

Gli articoli di Fenyvesi sono apparsi su forum, come The Notice of the American Mathematical Society, MAA Focus – Newsmagazine of the Mathematical Association of America, Nexus Network Journal, The Mathematical Intelligencer and Comparative Philosophy. È autore di capitoli in vari libri prestigiosi e ha curato diversi manuali di matematica-arte-educazione, tra cui Aesthetics of Interdisciplinarity: Art and Mathematics (Springer-Birkhauser, 2017. Insieme a Tuuli Lähdesmäki) e altre risorse di matematica e apprendimento artistico . Molti dei suoi libri e articoli sono ad accesso libero. Fa parte del comitato editoriale di diverse riviste scientifiche, tra cui Journal of Mathematics and the Arts di Taylor & Francis. Fenyvesi è stato molto attivo nell’organizzazione di vari eventi scientifici internazionali, programmi educativi, mostre e workshop e festival STEAM in tutto il mondo, inclusi i contributi unici del suo Experience Workshop Global STEAM Network all’importante festival di divulgazione scientifica del Giappone, Science Agora a Tokyo-Giappone, o Open Design Africa a Cape Town-Sud Africa, Ars Electronica Festival, Linz-Austria e altro ancora.

FABRIZIO GENTILI

Fabrizio Gentili, laureato in matematica nel 2001 con votazione 110/110 e lode presso l’università di Camerino, è professore di ruolo di matematica e fisica presso il liceo scientifico Galilei di Macerata.

Nel giugno 2017 si è aggiudicato il primo premio del concorso nazionale “Racconta la tua buona scuola” indetto dal sito “Scuola channel” con il progetto “il teatro della fisica”.
Nel maggio 2017 e nel giugno 2018 insieme agli alunni di alcune sue classi ha vinto il premio ComUnicam ( premio per il progetto più innovativo dal punto di vista della comunicazione scientifica) al concorso S-factor (talent show scientifico) bandito dall’università di Camerino.

E’ stato tutore didattico di matematica presso l’Università degli Studi di Camerino.
Ha partecipato e partecipa a numerose conferenze e incontri come relatore e animatore scientifico.

DANIELE GOUTHIER

Matematico, ha fatto ricerca, insegnato, scritto e parlato. Molte di queste cose le fa tuttora. Da qualche tempo si dedica particolarmente ai libri.

Insegna Comunicazione della matematica e della fisica alla SISSA di Trieste. Ha lavorato in contesti e istituzioni diverse: ha all’attivo qualche anno di ricerca in matematica (Scuola Normale Superiore di Pisa, Università di Parma e Università del Piemonte Orientale) e in comunicazione della scienza (Sissa). Ha insegnato per cinque anni a scuola e ha lavorato nella redazione di Ulisse-nella rete della scienza.

Come coordinatore organizzativo o scientifico, ha contribuito a organizzare le prime sette edizioni del Convegno nazionale in comunicazione della scienza; FEST-Fiera dell’Editoria Scientifica Trieste 2008; le prime quattro edizioni di Scienza under 18 isontina e le prime due del Convegno nazionale di Scienza under 18; oltre a svariati workshop, seminari e presentazioni di libri.

Dal 2002 al 2012 è stato membro della redazione scientifica del Journal of Science Communication, nella quale ha seguito i processi di innovazione tecnologica della rivista ed è stato responsabile della gestione e del coordinamento della peer-review.

E’ autore di 10 libri. Ha fondato nel 2010 la casa editrice Scienza Express, e ne è il direttore editoriale.

ROMEO SCHIAVONE

Laureato in Lettere Moderne (con tesi di laurea in Estetica) all’Università degli Studi di Genova, post laurea ha conseguito un Master in ‘Teoria e tecnica dell’Immagine’ presso la stessa Università  e un  M.A (Master of Arts) in ‘Management culturale’ presso l‘Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Ha applicato gli studi in media, comunicazione e semiotica  nelle sue attività lavorative, come content manager, presso il meta motore di ricerca Mobissimo Inc. (San Francisco, CA); per l’analisi dell’approccio comunicativo e sviluppo contenuti, come project manager, in Bananas (società’ che ha gestito il marchio Zelig), in  Spectre (Milano) e in ADR (Roma).

Attualmente continua a dividersi tra attività consulenziale come  project manager ed attività di  ricerca nel rapporto tra comunicazione e neuroscienze.

TALENT

Sono quattro giovani professionisti provenienti da percorsi diversi – Economia, Ingegneria informatica e dell’Automazione, Psicologia – e appassionati di tecnologie per l’educazione, che nel 2015 hanno fondato TALENT, una start up innovativa, per inseguire la missione di innovare la didattica della scuola italiana.

L’idea di educazione che hanno in mente è fatta di esperienze in prima persona, esperimenti e sfide, collaborazione e uso delle tecnologie. Tutto ciò consente di costruire il pensiero e di sviluppare intelligenze e talenti.

Dalla sua nascita a oggi, TALENT ha svolto laboratori tecnologici nelle scuole con oltre 1000 studenti, attività di formazione a docenti, workshop e altri eventi ed è diventata una delle realtà di formazione su tecnologie e didattica più importanti del centro Italia.

Con Weturtle questa idea di educazione evolve e diventa una grande comunità di persone che condividono conoscenze ed esperienze sulle tecnologie per l’educazione, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta.

GIADA TOTARO

Giada Totaro è artista dei nuovi media, docente, ricercatrice ed educatrice indipendente STEAM. Dal 2017 fonda il progetto STEAM Atelier dove sperimenta e diffonde il pensiero transdisciplinare attraverso laboratori ed esperienze ibride, tra ricerca artistica e didattica innovativa.

Diffonde i suoi risultati producendo video, fotografie, kit educativi open source e pubblicazioni.

Nel 2020 vince il bando STEM2020 promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità, grazie al quale cura il suo primo eBook, “Arte e creatività digitale per la costruzione di un immaginario complesso. L’esperienza di STEAM Atelier e il laboratorio BEcoming animals”, diffuso gratuitamente in versione bilingue con Noema editore.

https://giadatotaro.com/   https://www.steamatelier.eu/

GLI OSPITI SPECIALI DELL’EXTRA-TIME

MARCO FERMANI, musicista

Musicista e insegnante, dopo la Laurea in “Fisica” e la Laurea di primo Livello in “Jazz e Musica Moderna”, entrambe con 110/110 con Lode frequenta numerosi corsi di specializzazione, ottenendo diversi titoli di studio: dal Corso SIEM “Musica e Inclusione” al Corso di Comicoterapia Clownterapia, dal Diploma come operatore in “Ludicità e Biomusica” (Musicoterapia evolutiva) 30/30, all’Abilitazione al Metodo “Rusticucci”, alla Licenza triennale di “Teoria dettato e solfeggio”, 9,50/10.

Dal 2000 è docente (abilitato al Metodo “Rusticucci”) di Strumento (Piano, Chitarra, Ukulele…) e Armonia Jazz, Pedagogia Musicale negli Asili Nido, Scuole dell’Infanzia e Primarie della Regione Marche e nelle Sedi Toscanini ‘79 – Metodo Rusticucci. Dal 2017 è formatore per il metodo Rusticucci ed è formatore (Ludoterapia e Musicoterapia) all’interno dei corsi di Clownterapia organizzati dalla Regione Marche.

Ideatore ed organizzatore di “Uku’s Klan” (Marching Band di Ukulele) e Presidente Associazione Culturale “Eccetera” dal 2013 al 2018, ha partecipato all’organizzazione di molti eventi, tra cui Festival folk “DanzAmare” e il Festival Jazz “Jazzfriends”. Suona diversi strumenti musicali: Pianoforte, Chitarra, Ukulele, Fisarmonica con varie formazioni musicali, esibendosi in diversi Festival italiani ed europei. Canta e Recita in alcune formazioni e Compagnie Teatrali mettendo in scena allestimenti originali come attore, musicista, arrangiatore musicale, direttore del coro, e compositore delle musiche (Compagnia “Stella”, Compagnia “Eccetera”) dal 1996 Teatro Ragazzi (Compagnia “Eccetera”): “HAmleto”, 1° premio al Festival Nazionale di Teatro per Ragazzi “Premio Ribalta 2006” (LT).

Nel 2016 e nel 2018, con prof. Capozucca, ha partecipato a “Bridges” -Conferenza internazionale su Scienza e Arti- col progetto Steam “From Order to Chaos”. Nel Febbraio 2003, con il Prof. Massimo Conti, pubblica “Interface dynamics and solute trapping in alloy solidification with density change”.

GIORGIA GIGÌ, pittrice

Si diploma brillantemente in Restauro e Conservazione dei Beni Culturali, alimentando una sempre manifesta propensione al disegno e alla pittura con un’approfondita conoscenza delle tecniche pittoriche, di doratura, d’affresco e d’intaglio del legno.

Dopo numerose Collettive, realizza alcune personali in diverse regioni italiane.
Nella città d’origine, Gubbio, ha sede anche il suo studio, aperto al pubblico dal 2013, nel quale l’artista produce le sue opere e le tratta a diretto contatto con i visitatori.

Quello che caratterizza l’opera di Gigì è circostanziato nei soggetti della sua pittura, sempre in bilico tra classicismo, surrealismo e allucinato simbolismo di origine sacra e pagana e dalla ricerca, allo stesso tempo, degli strumenti di produzione tecnica dell’immagine.

MAURIZIO PUGNO, musicista

Polistrumentista e produttore umbro, è considerato in Europa come uno dei più personali chitarristi di blues italiani. E’ ormai da tempo parte integrante del panorama “Blues & Dintorni” Europeo, al quale ha contribuito con la propria esperienza e versatilità riconosciutagli in tutto il mondo. Inizia a rapportarsi con la musica suonata all’età di 15 anni dopo aver studiato sassofono e chitarra classica presso la scuola comunale di Gubbio.

Oltre alle collaborazioni dirette con molti musicisti del suo settore e “dintorni” (Roberto Ciotti, Fabio Treves, Alberto Marsico, Gio Rossi., Mike Turk, Rico Combo Blues, Sugar Ray Norcia, Sax Gordon, Ian Paice, Kellie Rucker, Tad Robinson, Mark Du-Fresne, Lynwood Slim, MZ Dee, Linda Valori), Maurizio Pugno ha altresì lavorato come opening act per artisti del calibro di B.B. King, Mavis Staples, Popa Chubby, Solomon Burke, Status Quo, Tower Of Power, Rober Cray, Gianna Nannini, Stevie Ray Vaughan, James Cotton, Eric Burton, Fabolous Thunderbirds, Ana Popovic, Andy J. Forest, Rudy Rotta, Fabio Treves.

Nel Luglio 2018 firma per la neonata agenzia di eventi e promozione culturale Labilia con la quale lavora in esclusiva sia come Direttore Artistico che come musicista.

Ha all’attivo 15 cd. Da alcuni hanno produce “Bluesland”, una serie di video sul Blues pubblicati via web che, dal 2021 è diventato un podcast pubblicato settimanalmente da diverse radio italiane. Nel 2022 ha fondato il gruppo Sacromud pubblicando un cd dall’omonimo titolo, distribuito in centinaia di radio italiane e i cui video sono stati trasmessi in esclusiva italiana da Sky TG24 e Akasnews.

www.mauriziopugno.it
www.sacromud.com

MADDALENA VANTAGGI, formatrice e designer

Designer e formatrice, è docente di ecodesign presso l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” (Perugia). Conse­gue la laurea in Product Design e in Arti Visive allo IUAV di Venezia. Si specializza in De­sign per lo sviluppo del Territorio (Firenze – Marrakech) e consegue un master in Management dei Beni Turistici e Culturali (Lumsa, Roma).

Da oltre 15 anni è ricercatrice in fantasiologia, creatività e progettazione per la sostenibilità. Ha elaborato un suo personale metodo formativo che vede nella fantasia il principale strumento di indagine critico, ecologico ed inclusivo della realtà.

I suoi laboratori di eco design e fantasiologia sono richieste nei contesti più disparati, in scuole pubbliche e private, università e centri di formazione, associazioni e centri culturali, ovunque ci sia necessità di attivare un dialogo creativo per la sostenibilità ambientale, sociale e culturale.

Le sue teorie e metodi didattici sono raccolte in un libro in uscita a Settembre 2022: “Manuale di fantasiologia. Una didattica creativa per la sostenibililtà” edito da Termanini.

www.maddalenavantaggi.com

instagram: @maddalenavantaggi

LE STRUTTURE

LA STRUTTURA DI PRODUZIONE

Logo Labilia positivo versione 1

.

Labilia è una srl che produce vari festival nazionali, tra cui Fermhamente, il Festival della Scienza di Fermo. Nata nel 2017 dopo quasi 30 anni di produzioni internazionali del suo fondatore e Ceo Mauro Labellarte, si occupa di produzioni musicali, produzioni di festival e attività formative, in Italia e all’estero.

Mauro Labellarte è produttore di spettacoli e grandi eventi nazionali ed internazionali, sia  live  che televisivi, grazie ai quali ha incontratoo ltre 5 milioni di persone, ospitando sui suoi palchi personaggi come papa Giovanni Paolo II, papa Benedetto XVI e papa Francesco, il Principe Felipe di Spagna, vari Ministri e Sindaci italiani e lavorando con artisti come Andrea Bocelli, Francesco Renga, Claudio Baglioni, Alessandra Amoroso, Ron, Noa, Dudu Manenga, Dulce Pontes, Mariella Nava, Ivana Spagna, Noemi, Stefano Di Battista, Massimo Ranieri, Niccolò Agliardi, Francesca Michielin e altri 2.000 artisti.

Ha prodotto eventi in Italia, Città del Vaticano, Canada, Brasile, Germania, Spagna, Australia, Romania.

LA STRUTTURA OSPITANTE

.

Il Museo del Balì è un museo privato non statale gestito dalla Fondazione "Villa del Balì". Tale fondazione, senza scopo di lucro, è costituita da diversi soci tra enti pubblici e privati.

Il Museo del Balì è una tappa irresistibile per chi, da solo, in coppia o in famiglia, visita la Provincia di Pesaro e Urbino.
Moderno science centre inaugurato nel 2004 e ospitato in una stupenda villa settecentesca nel comune di Colli al Metauro a 15 km da Fano, il Museo del Balì è un luogo speciale dove si parla di scienza utilizzando la scienza.

Il museo rispecchia la filosofia "hands-on" - Vietato NON toccare!
L'interattività e l'esplorazione in prima persona sono una garanzia di coinvolgimento.
Ti scoprirai incredibilmente divertito e incuriosito mentre sperimenti leggi della fisica che magari hai sempre considerato "ostiche" e comincerai a immaginare in quali situazioni della tua vita quotidiana le hai già incontrate.
Alla fine della tua permanenza al museo ti porterai via un approccio diverso alla scienza come naturale metodo di indagine del mondo circostante. Senza limiti di età.
Il museo è privo di barriere architettoniche per rendere la scienza più inclusiva e accessibile a tutti.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Scrivici o chiama e verrai ricontattato al più presto da un responsabile Labilia

Labilia s.r.l.
Via Goito, 41
62012 Civitanova M. (MC)
393.99.00.319
info@labilia.it