Lorenzo Cannelli, in questa veste, scrive ed arrangia in un’ottica diversa da quella del performer.
In questa produzione prende penna, spartito e bacchetta e si posiziona sul podio della direzione e della conduzione di un ensamble. 

L’Interstellar è un complesso di eterogena natura sia tecnica che stilistica e fa leva proprio su tale policromia musicale.
La direzione musicale, qui attinge senza remore alla formazione accademica di Lorenzo in merito all’armonia, alla composizione e al modo di fare arrangiamenti.

Quando l’orchestra suona materiale originale mostra esplicitamente le tre anime di Lorenzo:

  • quella popolare, dove è percepibile il tentativo di rendere fruibile le sue intuizioni a tutti;
  • quella spirituale, che allo stesso tempo, tende a far diventare cosmiche le sue armonie e/o i suoi arrangiamenti;
  • quella conoscitiva, che fa contaminare i suoi studi classici da altri generi (gospel, rock, swing, blues, funk, musica popolare, sigle Tv e colonne sonore).

Il risultato è un insieme di suoni che, captati dall’universo e posizionati nello spazio, possano far navigare questa massa musicale dal genere e organico indefiniti, verso mondi che possono e vogliono riceverli.

L’idea di un orchestra che possa suonare sia composizioni originali di Lorenzo Cannelli che custumizzare materiale di repertorio è ora una produzione vera e propria. L’Interstellar può quindi anche brandizzare situazioni musicali tematiche mirate, su commissioni specifiche sia pubbliche che private.

E’ costituita da un organico modulabile che può variare dai 13 ai 25 musicisti, con tanto di sezione fiati e archi ma è un orchestra moderna e che quindi non esclude strumenti elettrici (chitarre, tastiere, basso ecc.) e/o arrangiamenti conficcati nel contemporaneo.

Orchestra base:

Lorenzo Cannelli, direction, piano, organ, trumpet
Elena Casagrande, violin
Lucia Sagretti, violin
Lorenzo Mercatelli, viola
Katie Bruni, cello
Pierpaolo Chiaraluce, double bass
Franz Piombino, electric bass
Paolo Ceccarelli, guitars
Norberto Becchetti, guitar
Michele Fondacci, drums/percussion
Matteo Ciancaleoni, trumpet
Paolo Acquaviva, trombone
Leonardo Minelli, baritone/soprano sax
Leonardo Radicchi tenor/soprano sax
Fausto Paffi, tuba

Presentazione ITA
Presentazione ENG

DA VEDERE:

Travelin’ Through The Atoms
How is a star born?
A simply colored day

BOOKING IN ESCLUSIVA:

Paolo Sodde
+ 39 349.70.74.008
paolosweetmusic@gmail.com
Enrica Lotta
+ 39 329.32.49.082
enricasweetmusic@gmail.com

Contattaci

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Compila il form e verrai ricontattato al più presto da un responsabile Labilia

Labilia s.r.l.
Corso Umberto I, 161
62012 Civitanova M. (MC)
0733.473143
info@labilia.it